prima volta fare sesso
Spirito

La prima volta: abbi pazienza e sii affettuoso

Chi più chi meno, ciascuno conosce il suo corpo. Poi arriva il momento in cui conosci anche il corpo di lei

La prima volta che si fa l’amore è cosa cantata dai poeti, ma difficilmente è un momento epico, di quelli che restano negli annali della storia. Nessuno si aspetta che la prima pizza che prepari sia buona come quella della pizzeria.

Comunque, fino a ieri erano baci e carezze e poi arriva il grande momento. Magari ti aspetti sensazioni da far girare la testa, probabilmente otterrai conoscenza ed esperienza. E una grandissima volta di rifarlo.  Va benissimo, è tutto perfetto.

Hai preparato tutto

Ti sei procurato un preservativo e lo hai messo da qualche parte a portata di mano. A casa ti sei tagliato le unghie e le hai pulite bene (è un accorgimento di grande utilità, finché non si impara a muovere le mani).

Una buona igiene intima è gradita, ma non deve coprire completamente gli odori personali, che sono molto eccitanti. Non esagerare con profumi e deodoranti.

Goditi il tempo

Magari non hai molto tempo a disposizione, perché hai paura che qualcuno rientri in casa. Cerca però di lasciare abbondante spazio alle coccole e ai preliminari, servono a scaldare tutti e due. Tocca la vagina con la mano (se hai dell’olio è particolarmente bello, ma non sentirti obbligato). Guardala negli occhi per capire se le piace. Se ci vedi un sì, continua.

Quando siete pronti, tutti e due, è il momento giusto per mettere il preservativo. Sicuramente ti sei esercitato e sai come si fa, ma ridi e scherza e fatti aiutare, soprattutto se la cosa ti mette un poco in imbarazzo.

Tu sopra lei sotto

Per la prima volta, la posizione del missionario è la più facile. Lei sta supina e rilassata, tu mettiti sopra. Vi potete guardare. Prendi il pene con la mano e fai una leggera pressione tra le labbra della vagina. Non preoccuparti se sembra chiusa: la vagina si dilata e si restringe, adattandosi alle dimensioni.

Un po’ di resistenza è legata anche all’eccitazione che fa gonfiare le labbra. Se lei non ha avuto mai rapporti sessuali, è bene che tu lo sappia. L’imene e il possibile relativo sanguinamento richiedono un po’ di asciugamani sul letto.

Aiutati e fatti guidare anche da lei, con le mani. Spingi dolcemente. Può capitare che a questo punto l’eccitazione sia così forte che vieni. Non preoccuparti, è bellissimo che succeda. Trasformalo in un complimento che devi trasmettere a voce: sei così bella ed eccitante che non riesco a controllarmi. Dopo un po’ di tempo, una mezz’ora, avrete sicuramente voglia di riprovarci.

“Non ti fermare”

Se riesci ad andare avanti, fallo con delicatezza, mantenendo il contatto a parole e con gli occhi. Guardala e chiedile se le piace. Muoviti piano e cerca di non pensare, concentra l’energia del tuo corpo sul tuo pene per sentire cosa piace a te e cosa piace a lei. Goditi fino in fondo la situazione di essere così vicino a un altro essere umano.

Non fare il fenomeno: la velocità è una cosa che si vede solo nei film porno. Nella realtà quello che piace è muoversi con dolcezza, sentire sensazioni nuove, stare vicini. Soprattutto la prima volta non c’è bisogno di cambiare posizione, quello verrà più avanti. Lascia un po’ di tempo al dopo, alla scoperta del tuo corpo dopo l’orgasmo. Soprattutto: abbi pazienza e sii affettuoso, il resto arriverà col tempo. C’è ancora un mondo da scoprire.